Un ambiente più sano per i BAMBINI

Pompa di Calore aria acqua per un Asilo

Ciao,

anch’io sono papà di uno splendido bimbo,
e uno dei miei sogni è quello di
vederlo crescere in un ambiente sano,
senza inquinamento e polveri sottili.

Qualche settimana fa
ho avuto la fortuna di far felici
diversi papà perchè con la mia squadra
abbiamo messo da parte la caldaia di un Asilo
per fare l’Acqua Calda con la Pompa di Calore.

.

Clicca QUI sotto per vedere il video:

.

 

Nello specifico abbiamo messo da parte la caldaia per produrre Acqua calda con la pompa di calore Kronoterm da 450 litri modello WP4 502 E. Non si tratta del classico scaldacqua ariston nuos, nè di uno scaldabagno a pompa di calore, bensì di una Pompa di Calore per Acqua Calda Professionale.

Questa Pompa di Calore aria acqua Kronoterm ha un COP di 3,9 che nessun altro prodotto da 450 litri riesce a raggiungere.

La caldaia per il momento è rimasta per fare il riscaldamento degli ambienti, ma sarà a breve sostituita con una pompa di calore aria acqua per riscaldamento.

Ma la cosa importante è che i bambini usciranno in giardino quando il riscaldamento sarà spento.

E in quel momento la caldaia risulterà spenta e non inquinerà l’aria.

 

 

Questo tipo di interventi sono molto semplici da realizzare e con un budget di spesa contenuto.

E’ stato realizzato nell’asilo, ma può essere realizzato anche nelle case.

La salute dei bambini vale molto di più di ogni altra cosa.

Qualche notizia sull’autore:

Sono Samuele, Ingegnere Meccanico specializzato nel campo delle Pompe di Calore. Dai banchi di scuola nel 2007 sono passato in cantiere dove ho potuto imparare le tecniche di installazione e risolvere problemi impiantistici. Con l’esperienza tecnica e pratica ora aiuto le famiglie a risparmiare sulle bollette del gas grazie alla squadra di tecnici e installatori che collabora con me.

CASI DI SUCCESSO

Le persone che hanno scelto di lavorare con noi sono TUTTE soddifatte.

Non sono io a dirlo, ma LORO!

Guarda qui i casi di successo:

 

Come potrai ascoltare nel video, l’installazione di una Pompa di Calore Professionale è ben diversa da quelle “commerciali” che trovi addirittura su ebay.

La Pompa di Calore non è come una caldaia: un errata scelta ed un’installazione approssimativa porta ad altissimi consumi di energia elettrica. Tradotto: bollette salatissime.

Negli anni scorsi invece, una caldaia di bassa qualità consumava pressoché lo stesso gas di una di alta qualità. la differenza stava nella durata dei componenti e nell’assistenza.

Se sbagli Pompa di Calore te ne accorgi subito dalle bollette che arriveranno!

E continueranno ad arrivare per i prossimi 20 anni. 

 

 

 

Qualche notizia sull’autore:

Sono Samuele, Ingegnere Meccanico specializzato nel campo delle Pompe di Calore. Dai banchi di scuola nel 2007 sono passato in cantiere dove ho potuto imparare le tecniche di installazione e risolvere problemi impiantistici. Con l’esperienza tecnica e pratica ora aiuto le famiglie a risparmiare sulle bollette del gas grazie alla squadra di tecnici e installatori che collabora con me.

Pompa di Calore Kronoterm al Politecnico di Torino

Il Politecnico di Torino ci ha scelto come fornitori della Pompa di calore Kronoterm geotermica di tipo Professionale.

Questa Pompa di Calore è stata installata nel nuovo tratto di Metropolitana di Torino ed utilizza lo scambio geotermico del tunnel in cemento come fonte primaria.

E’ un progetto europeo di tipo sperimentale che ha suscitato molto interesse nella comunità scientifica.

 

Tra TUTTI i produttori di Pompe di Calore il Politecnico ha scelto noi perchè:

ha visto in noi un’elevata specializzazione nel settore delle Pompe di Calore

possiamo monitorare i consumi e il funzionamento da remoto in maniera estremamente semplice

produciamo Pompe di Calore dal 1976 ed abbiamo molta esperienza

In poche parole le sonde geotermiche sono annegate nel cemento del tunnel per scambiare energia con il terreno.

E’ un progetto internazionale che ha suscitato molto interesse nella comunità scientifica per le grandi opportunità che potranno esserci nel prossimo futuro: riscaldare le città con i tunnel della metropolitana.

Ho collaudato la Pompa di Calore Kronoterm qualche settimana fa, e va che è una meraviglia!

Il 15 Novembre ci sarà l’inaugurazione ufficiale.

 

Se vuoi saperne di più puoi guardare il video del collaudo che ho eseguito personalmente:

 

e il video di presentazione ufficiale del progetto internazionale:

 

Ecco la notizia su sul Portale n. 1 per l’Energia:

http://www.qualenergia.it/articoli/20171120-cosi-una-metropolitana-puo-riscaldare-le-case-un-brevetto-del-politecnico-di-torino

 

 

E su Info Build Energia:

http://www.infobuildenergia.it/notizie/enertun-metropolitana-riscaldamento-invernale-raffrescamento-estivo-5979.html

 

Qualche notizia sull’autore:

Sono Samuele, Ingegnere Meccanico specializzato nel campo delle Pompe di Calore. Dai banchi di scuola nel 2007 sono passato in cantiere dove ho potuto imparare le tecniche di installazione e risolvere problemi impiantistici. Con l’esperienza tecnica e pratica ora aiuto le famiglie a risparmiare sulle bollette del gas grazie alla squadra di tecnici e installatori che collabora con me.

35 o 55 gradi?

IL DILEMMA DI OGNI PROGETTISTA E INSTALLATORE.

 

Conviene accumulare energia termica a 55°C per fare sia riscaldamento che ACS oppure utilizzare due accumuli separati?

La risposta è SEMPLICE: due accumuli separati.

E ti dimostrerò perchè.

 

Ci sono nel mercato alcune soluzioni di Pompe di Calore che prevedono di riscaldare un solo accumulo tecnico dove prelevare energia termica per il riscaldamento e produrre ACS istantanea attraverso un serpentino annegato nell’acqua tecnica. Per garantire quest’ultima la temperatura di accumulo deve essere tra i 50 e 55°C.

Tutto questo comporta: maggiori consumi della Pompa di Calore e minore COP.

 

Ecco perchè con sistemi radianti e per il clima italiano conviene utilizzare due accumuli.
Considerate che su 10 ore di funzionamento della pompa di calore, 9,5 sono dedicate al riscaldamento e 0,5 all’ACS.

Significa che se consideriamo come aria esterna 2°C (la maggiorparte del periodo più freddo) per mantenere l’accumulo a 55°C il COP è di 2,30, per tutte le 10 ore di funzionamento.

 

Se invece separiamo i due accumuli, possiamo lavorare sul riscaldamento a 35°C per 9,5 ore (con COP di 3,6) e preparare l’ACS per 0,5 ore a 55°C con un COP di 2,30.

 

Questo permette di ottenere il 62% in più di performance! E quindi di risparmio!

Scarica qui le prestazioni della WPLV 09.

 

Non ci credi?

Guarda qui sotto i grafici reali di funzionamento di un’abitazione di 150mq con impianto radiante a pavimento e 4 persone.

GRAFICO TEMPERATURA MANDATA RISCALDAMENTO

risc

GRAFICO TEMPERATURA ACS

acs

 

Come facilmente noterai la Pompa di Calore si attiva in modalità ACS solo per mezz’ora al giorno, lavorando il resto della giornata per fare riscaldamento.

 

Un’altra nota importante: il RAFFRESCAMENTO.

Utilizzando infatti lo stesso accumulo, in modalità raffrescamento sarò costretto a farlo in diretta sull’impianto, senza lavorare nell’accumulo (altrimenti non produco ACS). Con due accumuli separati questo problema non si pone, lavorando sempre su un volano tecnico e garantendo alla macchina massime performance.

kronoterm

Tag: Kronoterm , scaldacqua pompa di calore, scalda acqua pompa di calore, boiler pompa di calore, pompa di calore per acqua calda sanitaria, migliore pompa di calore, kronoterm prezzi, kronoterm italia, pompa di calore riscaldamento, maggiore cop, migliore cop,